Notizie dal Club

Ritratto di Philip Roth. Gigante della letteratura USA



Lo scrittore, che ha vissuto a New York e nel Connecticut, divenne celebre per aver scandagliato l'esperienza ebraico-americana nei suoi oltre 30 romanzi. Roth disse di aver raggiunto un punto di svolta quando si rese conto che avrebbe potuto usare il suo stesso mondo come materia prima letteraria, che si trattasse della sua educazione o della sua città natale Newark, in New Jersey. Politicamente Roth è stato un sostenitore di Barack Obama ed aveva criticato fortemente il presidente George Bush Jr.

Nel gennaio scorso quando ci tenne a precisare che il personaggio del suo libro "Il complotto contro l'America" - l'aviatore con simpatie naziste Charles Lindbergh eletto presidente degli Usa - non aveva alcuna analogia con Donald Trump. Lindbergh, aveva spiegato al New Yorker, era "un grande eroe" pieno di "sostanza", mentre Trump è un presidente "ignorante sui temi che riguardano il governo, la storia, la scienza, la filosofia e l'arte e incapace di esprimere o riconoscere sottigliezze e sfumature", utilizzando "un vocabolario formato da 77 parole".